Tipo di articolo: FAQ, ID articolo: 23657941, Data articolo: 28/05/2008
(0)
Valuta

Guida agli allarmi di processo con S7-300

  • Articolo
  • Riguarda prodotto/i


Istruzioni
Durante lo svolgimento di un processo si possono verificare eventi ai quali occorre reagire il più rapidamente possibile nel ciclo di programma in corso in quel momento. Vi sono parimenti degli eventi che non permangono per un tempo sufficiente tale da essere riconosciuti nel ciclo di programma in corso in corso in quel momento. Per i controllori programmabili SIMATIC S7-300 è disponibile per questo l'elaborazione su interrupt di processo.
Insieme con i moduli in grado di generare interrupt di processo:

  • moduli di ingressi analogici (AI),
  • moduli di ingressi digitali (DI) e
  • moduli funzionali (FM)

si può richiamare quasi in tempo reale un programma adattato all'evento.
Questo articolo vuole essere una guida per gli interrupt di processo con le CPU S7-300.

Generalità
Se durante l'elaborazione del programma si verifica un evento che genera un interrupt, il sistema operativo richiama l'OB 40 di allarme e l'elaborazione ciclica del programma o del blocco di programma si interrompe. Tramite i dati locali temporanei dell'OB 40 di allarme viene specificato con precisione l'evento (oppure gli eventi (si possono impostare diversi bit)) che ha generato l'interrupt. I dati locali temporanei possono essere valutati dal programma applicativo nell'OB di allarme.
Se al verificarsi di un evento che genera un interrupt non è disponibile nella CPU l'OB 40 di allarme, la CPU si porta in STOP. L'OB di allarme ha impostato la priorità fissa 16.

Eventi che generano un interrupt di processo con i differenti moduli:

Moduli di ingressi analogici: nei moduli di ingresso analogico in grado di generare interrupt di processo si può controllare un valore. L'interrupt di processo può essere parametrizzato in modo tale che, al superamento verso l'alto o verso il basso, del valore si generi un interrupt di processo. Ulteriori informazioni sui singoli moduli di ingresso analogici sono riportati nel manuale "Sistema di automazione S7-300, Dati dei moduli" di cui si parla nell’articolo con ID: 8859629 al capitolo 4 .

Moduli di ingresso digitali: con i moduli di ingresso digitali in grado di generare interrupt di processo si possono controllare i singoli bit. L'interrupt di processo può essere parametrizzato in modo tale che si generi un interrupt di processo con il fronte positivo o negativo del bit. Ulteriori informazioni sui singoli moduli di ingresso digitali sono riportati nel manuale "Sistema di automazione S7-300, Dati dei moduli" di cui si parla nell’articolo con ID: 8859629 al capitolo 3.

Moduli funzionali: poiché i moduli funzionali in grado di generare interrupt di processo svolgono compiti molto diversi tra di loro e quindi anche gli interrupt di processo possono essere parametrizzati per eventi diversi, faremo riferimento in questo articolo al solo modulo funzionale FM 350-1.
Con il modulo FM 350-1 si può generare un interrupt di processo nella CPU al raggiungimento del valore di confronto, al suo superamento verso l'alto o verso il basso e/o al passaggio per lo zero del contatore. Ulteriori informazioni sul modulo funzionale FM 350-1 sono riportati nel manuale "Modulo funzionale FM 350-1" di cui si parla nell’articolo con ID: 1086726. Informazioni sugli altri moduli funzionali sono riportati nella documentazione specifica.
Attenzione
Per diversi moduli funzionali è necessario disporre di uno speciale software di parametrizzazione fornito con il modulo e la relativa documentazione. Gli eventi che generano interrupt di processo possono essere parametrizzate solo con STEP 7 e questo software aggiuntivo.

OB di allarme con SIMATIC S7-300
Nelle CPU del SIMATIC S7-300, nell'OB 40 di allarme sono messi a disposizione dati locali temporanei. Tramite questi dati locali temporanei si specifica il canale/il bit nel quale si è verificato l'evento che ha generato l'interrupt.
La descrizione dell'OB di allarme si trova nella cartella blocchi della CPU: creare l'OB 40 di allarme (tasto destro del mouse > Inserire nuovo oggetto > Blocco organizzativo > OB40) quindi selezionare il nuovo OB 40 e poi premere "F1". Si apre così l'help S7 per l'OB 40 di allarme. Se l'OB 40 è già presente, lo si può naturalmente selezionare per poi premere "F1".
Ulteriori informazioni sull'analisi dei dati locali specifica per modulo è riportata nel manuale "Sistema di automazione S7-300, Dati dei moduli" di cui si parla nell’articolo con ID: 8859629 al capitolo 3 (moduli digitali) e al capitolo 4 (moduli analogici) oppure nei manuali specifici dei moduli funzionali.

Nella CPU 318-2 DP si possono utilizzare 2 OB di allarme (40 e 41). Ulteriori informazioni sulla CPU 318-2 DP sono riportate nel manuale "Sistema di automazione S7-300, Dati delle CPU, CPU 312 IFM ... CPU 318-2 DP " di cui si parla nell’articolo con ID: 8860591.

Le CPU del SIMATIC S7-400 dispongono di 8 OB di allarme. Informazioni sugli allarmi di processo con le CPU S7-400 sono riportati nell’articolo con ID: 23659324

Progettazione di un interrupt di processo
Gli interrupt si possono configurare nella Configurazione hardware, nelle proprietà del modulo in grado di generarli.
Un esempio per il calcolo del tempo di reazione all'interrupt con S7-300 è riportato nel manuale "S7-300 CPU 31xC e CPU 31x, dati tecnici" di cui si parla nell’articolo con ID: 12996906 al capitolo 5.5 e successivi.

Parametrizzazione dei moduli in grado di generare interrupt
Con le funzioni di sistema SFC 55 (WR_PARM), SFC 56 (WR_DPARM) ed SFC57 (PARM_MOD) si possono parametrizzare i moduli con capacità di interrupt anche mentre il programma viene elaborato. Nel manuale "Sistema di automazione S7-300, Dati dei moduli" è riportato come si parametrizzano i moduli tramite le funzioni di sistema e i corrispondenti set di dati di cui si parla nell’articolo con ID: 8859629.
Informazioni sui diversi SFC sono riportate nell'help online di S7 e nel manuale "Software di sistema per S7-300/400, Funzioni standard e di sistema" di cui si parla nell’articolo con ID: 1214574 al capitolo 7.1.
Attenzione:
le funzioni di sistema SFC 55, SFC56 ed SFC 57 non si possono utilizzare tramite PROFINET IO.

Avvertenza
Alcune unità digitali di periferia (p. es. 6ES7321-7BH0X opp. 6ES7321-7RD00) per la scrittura del record di dati DS1 necessitano di una lunghezza dati di 6 byte. Nel parametro "RECORD" dello SFC55 allungare il tipo dati ANY di 2 byte a 6 byte. Gli ulteriori 2 byte devono avere il valore zero.

Bloccare, ritardare e abilitare interrupt di processo
Con il supporto delle funzioni di sistema SFC 39 (DIS_IRT IRT_FUNC), SFC 40 (EN_IRT IRT_FUNC), SFC 41 (DIS_AIRT IRT_FUNC) ed SFC 42 (EN_AIRT IRT_FUNC) si possono bloccare, ritardare e nuovamente abilitare gli interrupt di processo.
Informazioni sui diversi SFC si trovano nella Guida online di S7 e nel manuale "Software di sistema per S7-300/400, Funzioni standard e di sistema" nell’articolo con ID: 1214574 Capitolo 12.
 

Dettagli errore
Descrizione dettagliata del guasto
Aiutateci a migliorare il Supporto online.
La pagina richiamata non può essere visualizzata. Contattare il webmaster.
Contattare il webmaster