Tipo di articolo: FAQ, ID articolo: 37573, Data articolo: 17/04/1996
(0)
Valuta

Fase di inserzione/Disinserzione (Apparecchio centrale e collegamento decentrato)

  • Articolo
  • Riguarda prodotto/i

DESCRIZIONE DEL PROBLEMA:
Possono esserci problemi quando più sistemi, ognuno con il proprio alimentatore (Apparecchio centrale e collegamento decentrato di apparecchi di espansione) sono collegati ad una tensione di alimentazione comune e vengono inseriti e disinseriti contemporaneamente. Condizionati dai carichi diversi dei sistemi, gli alimentatori disinseriscono la tensione interna di sistema 5V in momenti diversi. Questo può avere effetti sul sistema complessivo e di questo occorre tenere conto durante la progettazione o programmazioni. Gli effetti sono diversi nella fase di inserzione e nella fase di disinserzione e di conseguenze le due fasi devono essere trattate separatamente.

Nel seguito vengono chiarite le basi tecniche e descritte proposte di soluzione.

RISPOSTA:

1. Fase di disinserzione:
Non si ha alcun problema quando restano senza tensione (tensione di sistema 5V) prima il telaio centrale e poi i telai di espansione. In questo caso la CPU va nello stato di STOP con mancanza rete (NAU) e al ritorno tensione va regolarmente nello stato di funzionamento RUN.
Se invece dapprima resta senza tensione il telaio di espansione e poi il telaio centrale, la CPU può ancora rilevare e memorizzare un errore dal telaio di espansione decentrato. Può trattarsi dell'errore "Periferia non OK (PEU)” oppure di "Ritardo alla conferma (QVZ)”. Per motivi di sicurezza, il comportamento del sistema con SIMATIC S5 è in questo caso tale che la CPU dopo il ritorno della tensione, assume il modo di funzionamento che aveva prima della mancanza rete (NAU). Poiché però la CPU, poco prima della mancanza rete, aveva memorizzato un errore (PEU) o (QVZ), essa rimane nello stato di STOP: L'errore riconosciuto deve essere confermato, per motivi di sicurezza, dall'operatore con un Rete ON sull'alimentatore o con un Nuovo avviamento della CPU.

Proposta per la soluzione del problema:
Il segnale PEU può essere disinserito sull'interfaccia decentrata (Con la CPU 945 può essere analizzato per programma).In caso di guasto, la CPU va nello stato di STOP non a causa di PEU, ma bensì a causa di QVZ. Questo ritardo alla conferma può essere mascherato via programma con OB23/24, cosa che avrebbe come effetto che una scheda estratta o guasta non potrebbe più essere riconosciuta dalla CPU. Per poter riconoscere una "QVZ vero” da un QVZ dovuto a mancanza di tensione, si può utilizzare la seguente soluzione:

  1. Richiamo di un blocco funzionale OB23/24
  2. Programmazione di loop temporali nel blocco funzionale. Questo tempo dipende dall'impianto e può essere rilevato empiricamente (Proposta: 10...500 ms)
  3. Programmazione degli effetti di un "QVZ vero” (p.e. STOP)

LKT 10.0Loop da 100 ms
SIT1
MARCAUT1 Loop temprale
SPB=MARCA
STP Reazione al "QVZ vero" p.e. STOP
BE

Avvertenze:

  • Loop temporale -> Differenza temporale tra i sistemi alla disinserzione
  • Nel caso, riavvio del tempo di controllo ciclo
  • Nel caso di applicazioni critiche dal punto di vista temporale, cancellare la uscite

Descrizione del programma:
Se viene riconosciuto un QVZ (dovuto a mancanza rete o a un "QVZ vero”), la CPU salta nell'OB23/24 e il loop viene elaborato. Se si tratta di una mancanza rete, la CPU va nello stato di STOP durante l'elaborazione del loop (elaborazione normale del programma). Non viene registrato alcun altro errore e al ritorno tensione la CPU va nello stato di RUN.
Se si tratta di un” QVZ vero”, alla fine del loop temporale viene elaborata le successiva operazione STEP5/ sequenza L'utilizzatore può qui programmare la reazione al "QVZ vero” (p.e. lo stato di STOP).

2. Fase di inserzione
In avviamento, la CPU rileva tutta la configurazione di periferia digitale e la memorizza sulla traccia di controllo. Nel programma ciclico, durante l'aggiornamento dell'immagine di processo, viene letta e scritta solo la periferia che è depositata nella traccia di controllo. Non campare alcun problema se viene prima alimentato il telaio di ampliamento e poi il telaio centrale.

Proposta per la soluzione del problema:
Con le unità centrali dell'S5-115U (versione B) sussiste la possibilità del "ritardo programmabile all'avviamento”. In questo caso, dopo che è trascorso il ritardo all'avviamento si procede alla lettura della periferia. Un ritardo in OB21/22 sarebbe senza effetto perché in quel momento la traccia di controllo è già stata letta.

Con le proposte sopra esposte si possono risolvere i problemi senza ulteriori costi hardware. Al ritorno della tensione, la CPU va regolarmente nello stato di funzionamento RUN senza errori.