Tipo di articolo: FAQ, ID articolo: 49727145, Data articolo: 30/04/2012
(0)
Valuta

Cosa è necessario osservare quando si aggiungono componenti o si cambiano i loro parametri mediante CiR (Configuration in Run)?

  • Articolo
  • Riguarda prodotto/i

Descrizione
Alcuni impianti non possono essere spenti durante il funzionamento. La funzione CiR consente di effettuare variazioni nell'impianto durante il funzionamento, rendendo possibili determinate modifiche alla configurazione in RUN.

Quando si aggiunge un componente o si modifica la sua parametrizzazione tramite CiR (Configuration in Run) è necessario che la stazione con l'indirizzo PROFIBUS più alto:

  • sia uno slave DP compatibile con S7 (slave DPS7).
  • non sia progettato mediante file GSD.

In caso contrario il componente aggiunto o riparametrizzato mediante CiR non viene parametrizzato dalla CPU e quindi non è pronto sebbene la stazione sia compatibile CiR e gli elementi CiR siano progettati.

Nella configurazione hardware è possibile rilevare se uno slave DP è progettato mediante file GSD. Fare doppio clic sullo slave DP progettato per aprire la finestra delle proprietà dello slave DP. Nella scheda "General" viene visualizzato il nome del file GSD qualora lo slave DP sia progettato mediante file GSD.


Figura 01

La procedura è valida per le CPU standard S7-400 e le CPU PROFINET fino alle versioni firmware:

  • V3.1.4
  • V4.1.1
  • V5.3.1
  • V6.0.2

La procedura è valida per le CPU S7-400 ad alta disponibilità, se sono progettate come sistema standard S7-400 e non come sistema H S/-400H fino alle versioni firmware:

  • V3.1.5
  • V4.0.12
  • V4.5.3

Avvertenza
Assegnare ad uno slave DPS7 non progettato mediante file GSD l'indirizzo PROFIBUS più alto.

Altre informazioni
Per ulteriori informazioni sulla progettazione della funzione CIR (Configuration in Run), consultare il manuale "SIMATIC STEP7 V5.5 Modifica dell'impianto in funzionamento mediante CiR". Il manuale è disponibile per il download come articolo: 45531308.